Scarica tutti i percorsi di Ridemontaione.com

Riceverai una email con percorsi in PDF (per stamparli),
in formato KML (per vederli con Google Earth)
e GPX (per il navigatore gps della tua bici).

1) Inserisci la tua migliore email
2) Conferma il tuo indirizzo di posta cliccando sul link nella mail che riceverai
3) Ricevi via email tutti i percorsi che abbiamo creato per te!

 

Si parte in prossimità di un vecchio cipresso su Via Collegalli, dove inizia una lieve salita su fondo sterrato. Man mano che si sale la vegetazione ai lati della strada si fa sempre più fitta facendo ombra su tutta la strada riparandoci dal sole durante i periodi più caldi.

Dopo poco più di 1,5 Km la vegetazione si dirada e si raggiungono alcune abitazioni in località San Paolo, dove sulla sinistra in alto si nota una piccola chiesetta. Da qui la strada si fa pianeggiante e percorsi circa 470 metri si raggiunge un bivio dove svolteremo a sinistra continuando per la variante per la Sughera, mentre svoltando a destra inizia l’anello “Balconevisi”.

Dal bivio per Collegalli, si prende quindi la strada a sinistra iniziando una breve salita. Dopo 200 metri, in prossimità di un incrocio con una strada che viene da destra dove si può notare in alto un vecchio edificio rurale, la strada inizia a scendere leggermente per poi diventare pianeggiante. In questo tratto è importante seguire la recinzione della Fattoria di Barbialla mantenendola sempre sulla sinistra. Dopo una salita di poche centinaia di metri, si arriva ad un bivio, e, seguendo sempre la recinzione si imbocca la strada sulla sinistra. Dopo 300 metri si arriva all’inizio della discesa da cui si può ammirare di fronte a noi in lontananza la frazione di Sughera e più a sinistra il paese di Montaione. Si continua a scendere lungo il percorso principale fino ad arrivare ad un bivio – riconoscibile da un cipresso con il segnale bianco e rosso –. Da qui si prosegue sul sentiero a sinistra sempre fiancheggiando la recinzione. Continuando il percorso principale si arriva ad un edificio abbandonato mentre sulla destra si può ammirare una caratteristica collina con un albero solitario. Da qui, percorsi circa 400 metri si giunge ad un bivio, e lasciando che la recinzione continui a sinistra, si prosegue sul percorso principale con la strada che gira leggermente a destra e iniziando una breve salita.

Percorsi circa 100 metri si giunge ad un bivio riconoscibile da un palo posto a sinistra con dipinte le strisce bianche e rosse. Si svolta a sinistra e si percorre una breve salita, e si segue il percorso principale fino ad arrivare ad una vecchia casa rurale e ad un allevamento di pecore. Si continua per poche centinaia di metri fino ad arrivare ad un bivio dove in alto si vede il campo da calcio della Sughera. Qui svoltiamo a destra per continuare con l’ultimo tratto di salita fino al paese di Sughera. Arrivati al paese della Sughera ci si immette sulla strada asfaltata svoltando a sinistra, si passa di fronte alla Chiesa di San Pietro e passando davanti al campo da calcio e si inizia a scendere. Si segue la strada fino ad arrivare ad un bivio dove si può ammirare in lontananza sulla destra l’antico borgo di Tonda.

A questo bivio – riconosclibile da un grande cipresso posto tra le due strade – si imbocca la strada a sinistra Via San Cerbone iniziando a scendere in direzione della frazione di Alberi. Il primo tratto è pianeggiante e molto panoramico con le colline argillose sulla sinistra e in lontananza sulla destra lo scorcio del paese di Montaione, mentre di fronte a noi si intravede il borgo di Mura. Poi inizia una discesa che ci porterà fino alla valle del fiume Egola dove si trova la piccola frazione di Alberi.

Si supera l’abitato di Alberi passando di fronte ad alcune case e ad una piccola chiesa che rimane sulla destra. Poi, passando di fronte al ponte sul fiume Egola da cui iniza la strada che porta Montaione, proseguiamo dritto su Via Casastrada. La strada di fondovalle è pianeggiante ma lievemente in discesa, questo permette di rilassarsi e di godersi il paesaggio.

In particolare sulla destra in alto si può ammirare lo scorcio del castello e della villa di Barbialla. Percorsi circa 4 km da Alberi si raggiunge la frazione di Casastrada dove si svolta a sinistra per via Collegalli per poi raggiungere (dopo 300 metri) il punto di partenza.