Scarica tutti i percorsi di Ridemontaione.com

Riceverai una email con percorsi in PDF (per stamparli),
in formato KML (per vederli con Google Earth)
e GPX (per il navigatore gps della tua bici).

1) Inserisci la tua migliore email
2) Conferma il tuo indirizzo di posta cliccando sul link nella mail che riceverai
3) Ricevi via email tutti i percorsi che abbiamo creato per te!

Si segue le indicazioni dell’anello “La Sughera” fino al bivio per Collegalli dove svoltiamo a destra. La strada si mantiene pianeggiante e dopo 800 metri si giunge alla chiesa di San Vito che possiamo ammirare sulla nostra destra, più avanti la strada curva a sinistra in prossimità di una casa colonica per poi arrivare all’ingresso della villa di Collegalli.

Da qui si svolta a sinistra e si costeggia il retro della Villa di Collegalli fino ad arrivare ad un bivio con tre strade. Si imbocca la strada più a destra, quella in discesa, lasciandosi sulla sinistra un cipresso segnato con il caratteristico segnale rosso e bianco. Si segue il percorso principale tra brevi saliscendi, poi si arriva ad un bivio dove si nota un caratteristico cipresso situato in una posizione rialzata. Qui si imbocca la strada in salita sulla sinistra mentre sulla destra si possono ammirare alcuni “calanchi” e in lontananza, voltandosi indietro, la Villa di Collegalli. Dopo 400 metri circa, sulla sinistra, si intravede un piccolo sentiero che porta al Chiesino di Collegalli.

Si prosegue sul percorso principale in lieve salita fino ad arrivare ad una vecchia casa rurale che vedremo sulla sinistra. Da qui continuando a pedalare sul percorso principale si inizia una lieve discesa che costeggia a destra una recinzione mentre a sinistra su alcuni alberi si notano i segnali bianchi e rossi che indicano che siamo sul percorso giusto. La strada continua su fondo tufoso che in alcuni tratti è eroso a causa dell’acqua che vi scorre durante le giornate piovose. La strada poi curva a sinistra fino ad arrivare a due grandi cipressi (uno dei quali segnato in bianco e rosso) che ci lasciamo sulla destra. Si prosegue fino a che la strada svolta a destra e si raggiunge un bivio.

Qui si imbocca la strada a destra, mentre nota sulla sinistra un cipresso con segnale bianco/rosso, ed iniziando una breve e lieve salita. Poi la strada si fa pianeggiante, la vegetazione si dirada e si può vedere un magnifico panorama con in lontananza il paese di San Miniato. Si prosegue sul percorso principale notando di fronte a noi in alto una pineta. Poco dopo si raggiungono le prime abitazioni di Balconevisi e ci si immette sulla strada asfaltata Via Buecchio. Dopo circa 400 metri si raggiunge il centro del piccolo borgo di Balconevisi, e dopo aver sostato per ammirare una graziosa chiesa, si inizia la discesa su Via Balconevisi per circa 1,5 km fino a che non si raggiunge un bivio dove di fronte a noi si nota un piccolo tabernacolo. Qui si svolta a destra per via Fornacino – una strada pianeggiante su fondo asfaltato – e si prosegue per 1.4 km fino ad arrivare al bivio con via Egola.

Si continua andando dritti su via Fornacino su fondo asfaltato. Dopo circa 400 metri la strada – che da qui si chiama Via Forni – diventa sterrata e si attraversano campi che in estate sono coltivati con girasoli e mais. Si continua sulla strada principale attraversando un cancello, e passando in prossimità di alcune abitazioni. Poi si incontra un vecchio edificio dismesso, che forse un tempo era adibito ad attività agricole. Dopo circa 1 km ci si immette su via Collegalli svoltando a destra per tornare al punto di partenza in prossimità del vecchio cipresso.